Sezioni

giovedì 16 febbraio 2012

GROTTAFERRATA: MORTO GIORGIO SCARPA - La Redazione

Il 12 febbraio scorso è venuto a mancare all’affetto dei suoi cari, Giorgio Scarpa storico personaggio di Grottaferrata che negli ultimi anni si era trasferito in Nuova Zelanda nella città di Hamilton. Per un doveroso e affettuoso ricordo si svolgerà sabato 18 febbraio alle ore 18.30 presso la parrocchia San Pio X di Grottaferrata una messa di suffragio. Si invitano a partecipare tutti coloro che vorranno ricordarlo ed esprimere vicinanza alla famiglia. Giorgio Scarpa nato a Venezia nel 1938, prese residenza a Grottaferrata con la sua famiglia nel 1970.
Si era precedentemente spostato a Milano da Roma dove dal 1962 lavorò per la Olivetti come elettrotecnico, mestiere appreso al prestigioso Istituto Tecnico "Pacinotti" di Padova in seguito specializzatosi all’istituto Rossi di Vicenza in elettronica.  Nel 1962 sposò Lella e si trasferì prima al Flaminio a Roma dove lavorò all’installazione del centro elettronico del Ministero degli Interni con la General Electric. Nel 1969 si laurea in Economia e Commercio all’Università Cattolica di Milano con una tesi sulla psicologia del lavoro, materia che in seguito insegnò in corsi di formazione aziendali alla Sogesta di Urbino e allo IAFE di Castel Gandolfo per gli impiegati del gruppo ENI-AGIP. Socialmente e politicamente molto attivo a Grottaferrata svolse un ruolo da protagonista nel paese tra la fine degli anni ‘70 e gli anni ‘80. Fu molto attivo come cattolico e si impegnò in politica a livello locale con la Democrazia Cristiana nel periodo a cavallo degli anni ’70-’80:
- Fondatore del gruppo "Casa" per aiuto ai giovani in difficoltà.
- Socio del Centro musicale "Agimus" Grottaferrata
- Fondatore e Socio del Club Culturale "Incontri d'autore"
- Presidente dell’associazione sportiva pallavolistica "Volley Club Grottaferrata"
- Socio e collaboratore attivo del "Centro Archeologico Bruno Martellotta" di Grottaferrata
- Presidente del "Centro Anziani di Grottaferrata"
- Catechista nella parrocchia di "S. Pio X", dove è stato parte attiva del Consiglio Pastorale Provinciale
- Collaboratore assiduo ed amichevole come esperto di psicologia nel centro pastorale diocesano per la formazione giovanile e la cultura, guidato negli anni settanta-ottanta da Don Orlando Rappi. Nel 1983 pubblica come autore il romanzo testimonial dei movimenti di riforma studentesca del '68 "Giochi Feriali". Molto attivo anche nel lavoro, ricoprì il ruolo di Segretario Nazionale del sindacato "CISAL" settore chimici.  Lo piangono la moglie Lella (Marialuisa Santarello), due figli ora residenti in Nuova Zelanda a Hamilton (Riccardo Scarpa - Prof. di Economia Applicata alla School of Management, University of Waikato), Marco (Chef e proprietario del ristorante Italiano Caffè Centrale), nuora (Jackie Scarpa) e tre nipoti Michele (18enne), Lorena (14enne) e Gregory (anni 8). 




3 commenti:

  1. Marchetti Fabio16 febbraio 2012 16:00

    Un abbraccio a tutta la famiglia Scarpa, sopratutto ai figli Riccardo e Marco, con i quali ho vissuto, fazzolettone scout al collo, incredibili avventure.

    RispondiElimina
  2. Un saluto a tutta la famiglia Scarpa conosciuti e frequentati ad Hamilton in NZ ai quali ci sentiamo legati da profonda amicizia e stima.
    Andrea e Monica (Biella)

    RispondiElimina